News

Viaggio alle Isole Tremiti!

Chi non ha mai sognato di perdersi su un'isola, lontano dal mondo, immerso solo nella natura, con un mare meraviglioso a perdita d'occhio? I sogni possono avverarsi...venite con noi alle Isole Tremiti!

Le Tremiti o Diomedee, dalla leggenda che vuole che il loro fondatore sia stato Diomede, eroe omerico in fuga dalla Tracia e di cui oggi si narra sia rimasto il canto delle diomedee, sono un arcipelago formato da cinque isole dalla differente fisionomia: San Nicola, San Domino, Cretaccio, Caprara e Pianosa.

San Domino, dalla natura lussureggiante, è la più grande e la più turistica delle isole, ricca di strutture ricettive e locali tipici con menù a base di pesce; a San Nicola da non perdere una visita all’Abbazia di Santa Maria, costruita nel 1045 d.C. dai monaci benedettini, il Castello dei Badiali e la tomba di Diomede; a Capraia, la più rocciosa, se amate le immersioni, potrete ammiraretra i suoi fondali l’enorme statua di Padre Pio, pare la più grande scultura sottomarina al mondo, collocata qui nel 1998; Pianosa, disabitata, è una riserva naturale dal 1989; Cretaccio, la più piccola delle Tremiti, con una lunghezza di circa 400 m ed una larghezza nel punto massimo di 200 m ca., è considerata quasi uno scoglio dove tuttavia si aggirerebbe, secondo le credenze popolari, il fantasma di un detenuto della colonia penale qui decapitato.

Ma il fascino di queste isole è dato dal meraviglioso susseguirsi di spiagge, grotte, calette e faraglioni. Le spiagge più famose sono Cala delle Arene l’unica sabbiosa di tutte le Tremiti, Cala Matano a strapiombo sul mare, Cala degli inglesi e Cala Tonda. Tra le grotte, da visitare assolutamente: Grotta delle Rondinelle, Grotta delle Viole e la Grotta del Sale.

Le Tremiti possono essere scoperte in tanti modi, ma il più suggestivo resta quello per mare con un giro in barca o in gommone, e a disposizione degli gli amanti dello snorkeling e delle immersioni, 23 sentieri subacquei dove ammirare il patrimonio faunistico e floristico.

Anche una escursione in bicicletta o il trekking di gruppo sapranno restituirvi tutta la bellezza di questi luoghi.

Queste isole sono raggiungibili via mare tutto l'anno dai porti dell'Abruzzo (Pescara, Ortona, Vasto), del Molise (Termoli) e della Puglia, (Manfredonia, Vieste, Peschici e Rodi Garganico). Possono essere raggiunte anche in elicottero con partenze giornaliere dall’aeroporto Gino Lisa di Foggia.

Infine, se cercate la colonna sonora ideale di una vacanza alle Tremiti, non potrete che farvi trasportare dalle note meravigliose di Piazza grande, Com’è profondo il mare e 4 marzo 1943, alcuni tra i brani che Lucio Dalla compose proprio su queste isole.

Del suo rapporto con le Tremiti, in un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il 3 maggio del 2004, disse: È stato durante queste vacanze da emigrante alla rovescia che è avvenuta in me la spaccatura tra due diversi modi di vivere. Così oggi mi ritrovo con due anime: quella nordica (ordinata, efficiente, futuribile, perfezionista, esigente verso sé e verso gli altri) e quella meridionale (disordinata, brada, sensuale, onirica, mistica). È nel sud che sono diventato religioso, di una religiosità forsennata, irrazionale, pagana.  

Torna indietro