Destinazioni

Turchia


Documenti
Per i cittadini europei è necessario essere in possesso della carta di identità non rinnovata valida per l'espatrio o del passaporto; con la circolare del Dipartimento degli Affari Interni e Territoriali n. 15 del 26 maggio 2011 anche i cittadini da 0 a 15 anni non compiuti devono utilizzare la carta di identità come documento di riconoscimento per recarsi all'estero nei paesi consentiti.  All'arrivo in Turchia, prima del controllo di polizia, si acquista il visto (costo 10 euro) che consiste in uno speciale francobollo.

 
Lingua

La lingua ufficiale è il turco. Diffusi il tedesco, l'inglese e il francese.

 

Valuta
L'unità monetaria corrente è la lira turca (TL; 1 euro equivale a circa 1, 68 lire turche). Le banche sono aperte normalmente dalle 9. 00 alle 12. 00 e dalle 13. 30 alle 17. 00. Le principali carte di credito sono accettate quasi ovunque. Al momento del cambio verrà rilasciata una ricevuta che deve essere conservata ed esibita se si dovesse riconvertire la valuta turca non utilizzata. Spesso vengono accettati anche pagamenti in euro.


Fuso Orario

1 ora in più rispetto all'Italia. In Turchia come in Italia è adottata l'ora legale, negli stessi periodi.


Clima
La Turchia è molto grande e le condizioni climatiche variano da una località all'altra. Sulle coste il clima mediterraneo è molto temperato anche durante le stagioni intermedie. In Cappadocia, a 1200 metri sul livello del mare, l'escursione termica tra la notte ed il giorno è sensibile. La città di Istanbul ha un clima piuttosto continentale: l'estate può essere umida ed afosa, con temperature che possono arrivare fino ai 38°C.


Cucina
Si possono trovare ristoranti di tutti i tipi, da quello di lusso alla semplice taverna. Tra le più tipiche specialità turche bisogna sicuramente assaggiare gli spiedini "shish kebab", che si trovano anche gli angoli delle strade e il "dolmas", un misto di carne, spezie e riso avvolto in foglie di vite. Ricca anche la cucina a base di pesce. Ottimi sono poi i dolci, di solito a base di miele, noci e pistacchi (fra i più conosciuti i "baklava"). Famoso anche il caffè alla turca ed il "raki", la bevanda nazionale all'anice.

 

Telefono

Per chiamare l’Italia dalla Turchia il prefisso è 0039 più il prefisso della singola città. Per chiamare dall’Italia in Turchia il prefisso è 0090 seguito poi dal prefisso delle varie località senza lo zero. 

 

Corrente Elettrica
Il voltaggio è di 220V. Le prese non necessitano di adattatore specifico.

 

Trasporti

Contrattate chiaramente il costo della corsa in anticipo, cercate di avere l’importo della corsa giusto, se date una banconota di grosso taglio e dovete ricevere il resto fate notare chiaramente di quale importo è la banconota che date; possibilmente consegnatela quando il tassista ha già contato il resto. Controllate bene il resto. Alcuni tassisti cercano di approfittare dei turisti.

 
Shopping

Numerosissimi sono i bazar dove si può trovare veramente di tutto, ma dove la regola è quella di non stancarsi mai di contrattare sul prezzo. La grande varietà dell'artigianato locale turco permette di acquistare una vasta gamma di oggetti come tappeti Kilim o dell'Anatolia, articoli in pelle, ceramiche dipinte a mano o i caratteristici nargile.

 
Dogana

Non si possono esportare oggetti antichi acquistati in Turchia. Chi acquista un tappeto nuovo deve farsi rilasciare una fattura che indichi l'importo pagato; per i tappeti antichi invece, è necessario un certificato rilasciato dalla Direzione dei musei turchi.

Torna indietro